5 step per introdurre veicoli elettrici nella tua flotta aziendale

introdurre-veicoli-elettrici-flotta-aziendale

Gli ultimi dati confermano il ruolo determinante delle flotte nel processo di elettrificazione. Un processo che tuttavia rimane molto delicato e che presuppone alla base una serie di valutazioni da fare e vari step da seguire. Vediamo insieme i 5 step per introdurre veicoli elettrici in una flotta aziendale.

1. Analisi della propria mobilità e del proprio parco veicoli

Innanzitutto è importante conoscere la mobilità della tua flotta: come, dove e quanto si muovono i tuoi veicoli, percorrenze medie ecc… Questi fattori sono fondamentali per costruire una flotta elettrica sulla base delle tue reali necessità di mobilità.

data-analysis

L’analisi di Fleetmatica parte proprio da qui per comprendere il potenziale elettrificabile ma ancora prima per avere un resoconto sullo stato di salute della tua flotta, in modo da effettuare manovre volte ad eliminare eventuali sprechi e inefficienze del tuo parco auto.

fleet-analysis-fleetmatica

2. Identificazione veicoli elettrici da introdurre

Il prossimo step, necessario per inserire veicoli elettrici in una flotta aziendale, consiste appunto nell’individuare i veicoli elettrici che meglio si sposano con la tua mobilità. Sarà importante conoscere i consumi, prestazioni ma soprattutto l’autonomia del veicolo.

La nostra analisi viene effettuata su veicoli elettrici scelti dal cliente o, in alternativa, consigliamo l’auto più efficiente in relazione alla sua mobilità.

3. Progettazione e dimensionamento infrastruttura di ricarica

Questo è un altro passo cruciale. Decidere quante colonnine installare, di quanta potenza e dove posizionarle sono tutte scelte che vanno prese in modo ponderato per garantire la piena operatività ed efficienza della propria flotta. In questa fase non bisogna sottovalutare la tecnologia di ricarica dei veicoli stessi, che possono influenzare la scelta del tipo di infrastruttura da installare.

colonne-di-ricarica-

Fleetmatica analizza le tue soste in modo qualitativo e quantitativo per aiutarti nella progettazione della tua infrastruttura di ricarica. Grazie alle nostre heat map siamo in grado di consigliarti dove posizionare correttamente le colonnine. Siamo integrati con le piattaforme dei principali brand di fornitura di energia.

analisi-soste-fleetmatica

4. Valutazione dell’investimento e del risparmio carburante/co2

La principale motivazione che spinge le aziende a passare all’elettrico consiste nell’abbattimento delle emissioni di co2. Dunque è importante stimare quanta co2 effettivamente risparmieremmo.

Dal punto di vista economico, invece, è chiaramente opportuno stimare l’ammontare del progetto (dal costo dei veicoli fino a quello derivante dalla creazione dell’infrastruttura di ricarica) e calcolare il ritorno sull’investimento.

risparmio-carburante-flotta-aziendale

In questo senso, la nostra piattaforma ti mostra in anticipo il risparmio annuo di carburante nel caso scegliessi di elettrificare i veicoli idonei alla transizione oltre che stimare il risparmio annuo di co2.

risparmio-co2-carburante-fleetmatica
Screen esemplificativi saving co2/carburante piattaforma Fleetmatica

5. Gestione efficace dei nuovi veicoli elettrici

Per quanto riguarda la gestione di veicoli elettrici, è fondamentale dotarsi di una piattaforma di prenotazione e di pianificazione dei veicoli/viaggi. Quando parliamo di auto elettriche, la cosiddetta “Range anxiety” è sempre dietro l’angolo, dunque è bene non lasciarsi trovare impreparati e garantire ai propri dipendenti un viaggio tranquillo e senza sorprese.

range-anxiety

Con il nostro FleetManager, è possibile: prenotare il veicolo, utilizzare percorsi ottimizzati per la percorrenza elettrica e fare sempre affidamento sul veicolo più efficiente, oltre a conoscere il costo di ogni viaggio in anticipo.

Dunque, la roadmap per l’introduzione di veicoli elettrici può essere riassunta in questi 5 punti:

  • Analisi della propria mobilità e del proprio parco veicoli
  • Identificazione veicoli elettrici che si vuole introdurre
  • Progettazione e dimensionamento infrastruttura di ricarica
  • Valutazione dell’investimento e del ritorno economico
  • Gestione efficace dei nuovi veicoli elettrici

Attualmente il passaggio, parziale o totale, da una flotta endotermica ad una elettrica, è sicuramente un investimento sensato che può portare enormi benefici sotto molti punti di vista (riduzione emissioni co2, brand reputation, risparmio economico di carburante, miglior comodità di guida). Tuttavia è un processo che non può essere improvvisato e che necessità alla base una solida organizzazione.

fleetmatica-logo

Come avrai intuito, Fleetmatica si occupa proprio di aiutare imprese e Pubbliche Amministrazione ad introdurre veicoli elettrici nelle proprie flotte. Le nostre soluzioni sono pensate per accompagnarti in tutte le fasi di questo processo.

Per saperne di più visita il nostro sito e non esitare a contattarci!

Il 90% dei nostri viaggi potrebbe essere percorso già Oggi (e non domani) da un veicolo elettrico.

Spesso ho avuto la sensazione che nonostante l’aiuto del nostro amico Elon Musk a introdurre OGGI i veicoli elettrici, ci sia sempre una tendenza ad aspettare la prossima versione, la prossima tecnologia, la prossima auto che avrà tempi di ricarica più brevi, autonomie maggiori e magari prezzi più bassi.

In realtà questo desiderio di una soluzione che non è mai quella attuale, penso sia dovuto alla NON conoscenza del mondo dei veicoli elettrici e, ancor di più, alla mancanza di oggettività nella mappatura dei nostri spostamenti.

Certo che immagino tu sappia dove stai andando e dove sei stato!

Ma probabilmente se ti chiedessi esattamente quanti chilometri tu abbia percorso, be’ probabilmente non otterrei una risposta così precisa e corretta.

Questo concetto è ancor più accentuato se riferito ad una flotta aziendale.

Nonostante l’Italia sia tra le nazioni con il maggior numero di blackbox installate a bordo di veicoli, il numero di Aziende che analizza a fondo questi dati sono ben poche.

Questa considerazione mi ha spinto a scrivere questo articolo soprattutto quando a mia volta ho avuto modo di leggere il risultato di una ricerca svolta dall’MIT (Massachusetts Institute of Technology) che ha analizzato gli spostamenti dei veicoli tramite l’acquisizione delle posizioni gps (e di conseguenza dei tragitti) e delle cosi dette survey, ovvero delle ricerche di mercato dove gli intervistati, tramite domande opportunamente modulate, costruiscono dei “contenitori” dove le risposte vanno a confluire.

Ci sono due cose che mi hanno stupito di questo studio, primo è che si tratta di una pubblicazione del 2016, secondo che, essendo durato ben 4 anni (!), le tecnologie riferite ai veicoli elettrici di riferimento erano del 2012/2013.

La prima, ovvero che si tratta di una pubblicazione del 2016, mi ha colpito perché, considerando le evoluzioni che il settore dei veicoli elettrici ha avuto sia in termini tecnologici che di infrastruttura a supporto, renderebbe ancora più positivi i risultati della ricerca che a onor del vero dichiaravano che l’87% dei viaggi analizzati erano percorribili da veicoli elettrici.

La seconda, che poi è un “aggravante” della prima ragione, è che gli studi si sono basati su autovetture del 2012/2013 per fare il benchmark, ovvero il confronto, tra i viaggi percorsi e le autonomie del veicolo di riferimento.

Se pensiamo che in quegli anni si parlava di un autonomia media di 100 km, be sarei curioso di attualizzare lo studio considerando un autonomia media di almeno 150 km.

Sono convinto che la soglia raggiungerebbe il 95% senza problemi.

Cosa possiamo quindi imparare da preziosi studi come questo? Probabilmente che dovremmo essere più analitici nelle nostre valutazioni e fare dei confronti su termini di paragoni oggettivi, ma, soprattutto, che non c’è più bisogno di aspettare!

Il futuro della mobilità in realtà è già il presente.

Come Fleetmatica può esserti utile nell’identificare la tua reale richiesta di mobilità? La risposta è il nostro FleetAnalytics, ovvero la nostra piattaforma di analisi della tua necessità di spostamento che può, in modo scientifico, dirti quali sono i viaggi e/o i veicoli che puoi sostituire con equivalenti mezzi elettrici, quali non sono sostituibili e che ti aiuta ad identificare le inefficienze della tua flotta, sia essa composta da 10 o 10.000+ veicoli.

Scrivici per farci sapere di quali argomenti vorresti leggere.