Le auto elettriche rendono i guidatori più felici e meno stressati

Per le aziende che detengono veicoli in flotta, il cambiamento è inevitabile. Gli ultimi provvedimenti legislativi, oltre ai vari incentivi finanziari incoraggiano le aziende ad introdurre auto elettriche in flotta.

Tuttavia, oltre ad aiutare il pianeta e migliorare i profitti di un’azienda, il “greening” delle flotte di veicoli aggiunge un altro vantaggio che passa sempre in sordina: il piacere di guida e l’influenza positiva che esercita sul benessere del guidatore. Un recente studio condotto da Audi evidenzia come guidare un’auto elettrica – piuttosto che una tradizionale benzina o diesel – renda i conducenti e, di conseguenza i dipendenti, più felici, più calmi e anche meno stressati.

Secondo una combinazione di 1.350 sondaggi e 2.000 minuti di interviste rivolte ai driver del gruppo Addison Lee, uno dei vantaggi principali riguarda la riduzione delle vibrazioni e del rumore del motore, che può far sentire i conducenti meno svuotati dopo aver trascorso del tempo nel traffico.

audi-e-tron-elettrica

I conducenti di veicoli elettrici hanno anche riferito di essere in grado di eseguire manovre difficili molto più facilmente e con un maggiore senso di controllo. Altri si sono sentiti più connessi al veicolo grazie alla tecnologia avanzata di cui dispongono. Come ha affermato un intervistato: “E’ come se l’auto facesse parte di me per quanto mi sento connesso.”.

Addison Lee Group ha aggiunto cinque nuovi SUV di lusso e-tron, le prime auto completamente elettriche di Audi alla sua flotta di Londra.  Uno degli obiettivi è quello di comprendere le prestazioni, le opportunità e le sfide del mondo reale di diventare completamente elettrici per raggiungere un futuro a emissioni zero.

“Mi sento più rilassato quando torno a casa perché non ho trascorso la giornata a combattere con il volante. Non c’è nemmeno un ronzio costante nell’orecchio tipico delle auto diesel, e lo noti soprattutto dopo una corsa in autostrada. Continui a sentire il rumore delle gomme ma anche quello è più silenzioso. ” afferma Alan Meere, autista del gruppo Lee.

autista-felice

Questa collaborazione ha avuto un tale successo che è stata estesa oltre i sei mesi iniziali. “Credo che la nostra collaborazione con Addison Lee Group sia stata preziosa come mezzo per demistificare ulteriormente il concetto di Audi completamente elettrica”, afferma Andrew Doyle, direttore di Audi UK.

“Il concetto non cambia”, afferma Meere, “si tratta comunque di un’auto ma è solo più piacevole da guidare. Se potessi scegliere, sceglierei di guidare un veicolo elettrico. “

Oltre a queste considerazioni, un altro fattore che incide sul benessere mentale del guidatore riguarda l’agevolazione stradale di cui godono i veicoli elettrici. Chi guida nelle grandi città conosce benissimo lo stress per trovare un parcheggio o per tutte le complicazioni legati all’accesso in aree Ztl. Da questo punto di vista le auto elettriche permettono di posteggiare gratuitamente sulle strisce blue e gialle oltre a non avere alcuna restrizione per l’accesso al centro città.

Chiaramente questo discorso non si lega specificatamente al piacere di guida, ma influisce drasticamente sul benessere e sullo stress emotivo del guidatore. A testimoniarne l’importanza, secondo un sondaggio condotto da Fleet Magazine, l’82% dei fleet manager intervistati percepisce questo vantaggio come cruciale per la propria azienda, secondo solamente all’abbattimento delle emissioni.

L’equazione dipendenti più felici=più produttivi è nota a tutti e i benefici che l’auto elettrica può apportare in tal senso non devono essere sottostimati.

fleetmatica-logo

Stai pensando di trasformare la tua flotta aziendale in veicoli elettrici? Scopri come Fleetmatica può aiutarti in questo processo.

Clicca qui per saperne di più!